Il ruolo dei fattori antropici e fisici nella diffusione dell’epidemia di peste del 1656-58 nel Regno di Napoli

Idamaria Fusco (CNR - Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, Napoli)

Abstract

Il ruolo dei fattori antropici e fisici nella diffusione dell’epidemia di peste del 1656-58 nel Regno di Napoli

Nel 1656-58 un’epidemia di peste si diffuse nel Regno di Napoli con una rapidità impressionante e con gravi conseguenze demografiche (ma anche economiche, sociali e così via). Pur senza negare il ruolo ricoperto da fattori legati all’ambiente biologico e alla lunga assenza della peste nel Regno, in questo intervento intendiamo evidenziare il ruolo centrale svolto da fattori fisici (lontananza da Napoli, centro di propagazione della malattia, e conformazione geo-morfologica del territorio) e da fattori antropici (sistemi preventivi predisposti dalle autorità centrali e locali per controllare i movimenti di individui infetti sul suolo meridionale) nella diffusione di questa gravissima epidemia.

The role played by anthropic and physical factors in the spread of the plague epidemic in 1656-58 in the Kingdom of Naples

In 1656-58 a plague epidemic spread in the Kingdom of Naples with an impressive velocity and with very serious demographic consequences (but also with economic, social consequences and so on). Without denying the role played by factors linked to the biological environment and to the long absence of the plague from the Kingdom, in this paper I highlight the central role played by physical factors (distance from Naples, the center of the spread of this disease, and geomorphological conformation of the territory) and anthropic factors (preventive systems put in place by central and local authorities to control infected people’s movements across the Kingdom) in the spread of this serious plague epidemic.

Keywords

Peste; Seicento; Regno di Napoli; Fattori fisici; Fattori antropici