'Il numero medio di figli per matrimonio' di Corrado Gini. Vita, morte, miracoli di una misura perbene

Fiorenzo Rossi (Università degli Studi di Padova)

Abstract

Il numero medio di figli per matrimonio di Corrado Gini.Vita, morte, miracoli di una misura perbene

Si ripercorrono la nascita e le vicende di una misura di fecondità, il numero medio di figli per matrimonio, proposto da Corrado Gini nel 1932, in particolare nella forma cosiddetta della media ponderata. Criticata dai demografi italiani contemporanei, più favorevoli verso un’altra misura, l’ordine medio di nascita, in realtà meno pregnante, essa fu successivamente ripresa dalla scuola francese e usata in sede internazionale per la stima della fecondità in Europa nel XIX e XX secolo. L’alto numero di nascite da coppie non sposate la rende oggi scarsamente interessante e non più usata, ma dallo stesso metodo si possono trarre altre applicazioni ugualmente utili. È largamente usata invece in lavori di demografia storica, nei quali la semplicità del metodo si adatta alla scarsità delle fonti. È sufficiente la disponibilità di dati sulle nascite legittime e sui matrimoni di un certo periodo per ottenere, a certe condizioni, informazioni preziose sulla fecondità delle popolazioni del passato.

The Average Number of Children per Marriage by Corrado Gini. Life and Times of a Honest Measure

The birth and the story of a new fertility measure, the average number of children per marriage, proposed by Corrado Gini in 1932, are hereby discussed, particularly in the form of the so-called weighted average. It was heavily criticized by Italian colleagues of that time, when another measure, the average birth order (which was actually less accurate), was primarily used. However, it was resumed by the French scholars and used to estimate the marital fertility in Europe in the 19th and 20th centuries. Due to the current high amount of illegitimate births, the measure is not used anymore, although from the same method it is possible to make other useful applications. Conversely, it is broadly used in the field of historical demography, in which the simplicity of the method is well suited to the lack of sources. It is sufficient to have data about legitimate births and marriages during a time period to obtain, under certain conditions, useful information about fertility of past populations.

Parole chiave

Corrado Gini, Fecondità legittima, numero medio di figli per matrimonio, Storia della Demografia, Storia della Statistica.

Keywords

Keywords Corrado Gini, Marital fertility, Average number of Children per Marriage, Demography History, Statistics History.