«Per ogni cosa c’è il suo momento…». La stagionalità dei decessi in Sardegna (1862-2014). Una lettura della transizione epidemiologica attraverso l’analisi della periodicità delle morti

Gabriele Ruiu

Abstract

«Per ogni cosa c’è il suo momento…». La stagionalità dei decessi in Sardegna (1862-2014). Una lettura della transizione epidemiologica attraverso l’analisi della periodicità delle morti

La stagionalità dei decessi rappresenta un tema ricco di domande di ricerca a cui non sono state ancora fornite chiare risposte dalla letteratura medica e demografica. Nonostante questo, il fenomeno ha ricevuto una modesta attenzione negli ultimi venti anni. Il presente lavoro mira a sottolineare le potenzialità offerte dall’analisi stagionale ai fini di una migliore comprensione della mortalità umana. In particolare, viene fornita una lettura della transizione epidemiologica in Sardegna attraverso il mutamento dell’andamento periodico delle morti. L’epoca storica analizzata va dall’Unità Italiana al presente. L’isola rappresenta un caso studio particolarmente interessante grazie al peculiare regime epidemiologico che la caratterizzava verso la fine del diciannovesimo secolo. Le analisi empiriche condotte evidenziano l’efficacia di alcune riforme sanitarie nel modificare la distribuzione stagionale delle morti, come ad esempio nel caso della riforma Crispi-Pagliani del 1888 e della legge del chinino di stato del 1900. In particolare, a partire da questi provvedimenti si assiste ad una progressiva riduzione dell’incidenza delle morti tardo estive, generalmente associate sia alla malaria, sia alle malattie dell’apparato digerente, e ad una speculare affermazione di quelle invernali.

«There is a time for everything…». Seasonality of deaths in Sardinia (1862-2014). Interpreting the epidemiological transition through the analysis of seasonality

The theme of the seasonality of human mortality has raised a number of research questions which have not yet been clearly answered by medical and demographic literature. Nevertheless, the phenomenon has received scant attention over the last twenty years. This paper highlights the role of death seasonal analysis for a deeper understanding of human mortality. In particular, We will interpret the epidemiological transition characterising the Sardinian region (Italy) in the lights of periodical oscillations of deaths. The analysed period spans from the aftermath of the Italian Unification (1862) to the present. The peculiar epidemiological regime that has characterized this region at the turn of the twentieth century, makes Sardinia a particular interesting context to analyse. The empirical analysis carried out highlights the effectiveness of some health reforms, such as the 1888 Crispi-Pagliani reform, and the 1900’s quinine law, in modifying the seasonal distribution of deaths. In particular, after the implementation of these measures, we observe a progressive reduction in the incidence of late summer deaths, generally associated with malaria and digestive tract diseases, mirrored by the affirmation of the winter ones.

Parole chiave
Stagionalità; Cause di morte; Malaria; Mortalità; Transizione epidemiologica.

Keywords

Keywords Seasonality; Causes of death; Malaria; Mortality; Epidemiological Transition. 73