A great colonial divergence in biological standards of living? The secular trend of stature among indigenous people and settlers in Algeria, 1880-1940

Laurent Heyberger (UMR6174 FEMTO-ST, Université de Technologie de Belfort-Montbéliard)

Abstract

A great colonial divergence in biological standards of living? The secular trend of stature among the indigenous people and settlers in Algeria, 1880-1940

The socio-economic consequences of the demographic pressure that occurred among the indigenous population of Algeria during the first half of the twentieth century are much talked of, yet little studied. This demographic phenomenon could have resulted in a decrease in the biological standard of living (BSL, or mean height) among the Algerian population, whereas at the same time the European settler population could have experienced an increase in height, just like all other Western populations of that time. This paper analyses the secular trend in height of both populations for birth cohorts 1880-1940 (N = 10 665 individual observations, randomly selected from colonial conscription records), in order to test this hypothesis of a great colonial divergence in the BSL. Over the period,  ceteris paribus, the indigenous population lost 0.7 cm, while the European population gained 0.8 cm, thanks mostly to urbanization: this is a divergence of moderate amplitude, and which only really became apparent after the 1920 birth decade. Nevertheless it is difficult to compare two samples with different selection effects: indigenous conscripts underwent stricter selection based on physical criteria than European conscripts. The divergences observed between conscripts might therefore refer to probably greater divergences between indigenous civilian populations and citizens.

Una grande divergenza coloniale negli standard di vita biologici? Il trend secolare della statura tra gli indigeni e i coloni in Algeria, 1880-1940

Le conseguenze socio-economiche della pressione demografica verificatasi tra la popolazione indigena dell’Algeria durante la prima metà del XX secolo sono state molto discusse, ma poco studiate. Questo fenomeno demografico avrebbe potuto comportare una diminuzione del tenore di vita biologico (BSL, o altezza media) tra la popolazione algerina, mentre allo stesso tempo avrebbe potuto causare un aumento di statura nella popolazione dei coloni europei, proprio come accadeva per tutte le altre popolazioni occidentali di quel tempo. Questo articolo analizza l’andamento secolare dell’altezza di entrambe le popolazioni per le coorti di nascita 1880-1940 (N = 10.665 osservazioni individuali, estratte casualmente dai record di coscrizione coloniale), al fine di verificare l’ipotesi di una grande divergenza coloniale in termini di BSL. Durante il periodo considerato,  ceteris paribus, la popolazione autoctona perse 0,7 cm, mentre quella europea ha guadagnato 0,8 cm, per effetto soprattutto all’urbanizzazione: si tratta di una divergenza di moderata ampiezza, che si è realmente manifestata solo dopo il decennio di nascita relativo al 1920. Tuttavia, è difficile confrontare due campioni basati su criteri di selezione diversi: i coscritti indigeni sono stati sottoposti a una selezione più rigorosa sulla base di criteri fisici rispetto ai coscritti europei. Le divergenze osservate tra i coscritti potrebbero quindi riferirsi a divergenze probabilmente maggiori tra popolazioni civili di indigeni e cittadini.

DOI: 10.4424/ps2021-6

Keywords

Algeria; Stature; Indigenous; Settlers; Nutrition; Urbanization; Colonization.

Views: 136

Download PDF

Downloads: 48