Alla ricerca del lavoro Ezio Vigorelli e l’«esperimento di piena occupazione» (1954-1955)

Matteo Ermacora (Università Sassari)

Abstract

Alla ricerca del lavoro. Ezio Vigorelli e l’esperimento di “piena occupazione” (1954-1955)

Nell’Italia del secondo dopoguerra la lotta alla disoccupazione di massa rappresentò una questione politico-economica centrale. L’articolo ricostruisce il contesto, motivazioni e risultati dell’«esperimento di piena occupazione» condotto dal ministro del Lavoro, il socialdemocratico Ezio Vigorelli nel 1954-1955. Il progetto, in connessione con la precedente inchiesta parlamentare sulla disoccupazione, intendeva verificare l’attendibilità dei dati statistici sulla disoccupazione, razionalizzare e rendere più efficaci le misure assistenziali. A partire dal gennaio 1955 in 14 località campione in Italia venne offerto lavoro per un anno ai disoccupati iscritti alle liste di collocamento, impiegandoli in cantieri di lavoro, di rimboschimento e corsi di addestramento. L’esperimento, se da un lato mise in luce il fenomeno della disoccupazione latente e le diverse dinamiche di iscrizione alle liste di collocamento, dall’altro evidenziò l’impossibilità di un intervento statale assistenziale generale e permanente a favore dei senza lavoro.

Looking for labour. Ezio Vigorelli and the “full employment experiment” (1954-1955)

In postwar Italy the struggle against unemployment was a crucial political-economic issue. The article reconstructs the historical context, motivations and results of the «full employment experiment» led in 1954-1955 by the Minister of Labor, the Social Democrat Ezio Vigorelli. The project, linked with the previous parliamentary inquiry on unemployment, was aimed to verify the reliability of statistical data on unemployment, rationalize and make welfare measures more effective. From January 1955, in 14 case-towns in Italy, work was offered for one year to the people registered on the job placement lists; people was employed in work and reforestation yards and training courses. The experiment on one hand highlighted the phenomenon of latent-hidden unemployment and the different dynamics of registration on the job placement lists, on the other it suggested the impossibility of a wide state intervention in favor of the unemployed people.

DOI: 10.4424/ps2022-4

Keywords

Ezio Vigorelli; Piena occupazione; Disoccupazione latente; Italia.

Views: 15

Download PDF

Downloads: 10