Measuring a pandemic: Mortality, demography and geography

Niall P.A.S. Johnson

Abstract

Measuring a pandemic: Mortality, demography and geography

Influenza in 1918-19 was truly pandemic, extending into all parts of the world. Not only did it have a global extent, it exhibited marked universality – universality in reach and universality in impact. Included in these universal characteristics were high levels of morbidity, elevated levels of mortality and a mortality that had its greatest impact on young adults. This paper examines some of the quantitative aspects of the mortality, demography and geography of the pandemic, particularly in the United Kingdom. It includes an estimation of the mortality caused by the pandemic, firstly in Britain and then globally. For Britain I examine the mortality in England and Wales and how the Registrar-General estimated mortality there, apply the same methods to Scotland and then refine the British estimate by examining the causes of death used in the ‘excess deaths’ methods, the role of the pandemic in encephalitis lethargica mortality, and the questions of pregnancy and averted births. The mortality in England and Wales is then examined in terms of socio-economic variations before a discussion of the basic geography of the mortality in Britain.

Misurare una pandemia: mortalità, demografia e geografia

L’influenza del 1918-19 risultò in una grave pandemia e coinvolse tutto il mondo, esibendo una chiara universalità sia nella diffusione che nell’impatto. Essa fu caratterizzata da elevati livelli di morbidità e di mortalità che, in quest’ultimo caso, colpì duramente i giovani adulti. Questo lavoro prende in esame alcuni degli aspetti quantitativi della mortalità, della demografia e della geografia della pandemia soprattutto nel Regno Unito, includendo un tentativo di stima delle morti dovute all’influenza prima in Gran Bretagna e poi globalmente. Per l’Inghilterra e il Galles si sono utilizzati i Registrar-General e si è poi esteso lo stesso metodo di stima della mortalità alla Scozia. Per la Gran Bretagna le stime sono sate raffinate esaminando le cause di decesso e utilizzando i metodi di ‘excess deaths’; si sono valutati il ruolo della pandemia nella mortalità per encefalite letargica e la questione delle gravidanze e delle nascite evitate. Dopo una sintetica discussione sulla geografia della mortalità, si è passati all’esame delle sue variazioni conseguenti a modificazioni socio-economiche in Inghilterra e Galles.

Keywords

Pandemics; Spanish flu; twentieth century; mortality