La popolazione della parrocchia di San Lorenzo in Mortara nel Settecento

Carla Ge Rondi (Università di Pavia)

Abstract

La popolazione della parrocchia di San Lorenzo in Mortara nel Settecento

In questa ricerca si è presa in considerazione per il periodo compreso tra 1721 e il 1811, la popolazione della parrocchia di San Lorenzo, la più importante di Mortara (l’altra era Santa Croce) capoluogo della Lomellina fino al 1800. Si è analizzata la struttura delle famiglie e si sono delineate le caratteristiche della fecondità e della mortalità attraverso l’applicazione sia di tecniche di analisi aggregativa sia di tecniche di analisi nominativa. I dati sono stati desunti dai registri dei battesimi, dei matrimoni e delle sepolture disponibili per tutti gli anni considerati e da quelli degli stati delle anime. Alla metà del Settecento, la parrocchia contava circa 1.500 anime e 340 famiglie. La tipologia familiare dominante (poco meno dei due terzi) era costituita dalla famiglia mononucleare semplice seguita dall’aggregato esteso (circa il 17%); poco rappresentati erano gli aggregati polinucleari (meno del 6%) mentre una famiglia su dieci era unipersonale. Le donne si sposavano in giovane età, in media a 21,7 anni, e si sposavano quasi tutte; gli uomini si sposavano in media a 26 anni e circa uno su otto rimaneva celibe. Da un matrimonio nascevano in media dai 7 agli 8 figli, circa un terzo dei quali moriva entro il primo compleanno e poco meno della metà entro il quinto. Pari a circa 5, era il numero medio di figli per donna, coniugata ovvero non coniugata. Scopo del lavoro era anche di verificare la coerenza e la sovrapponibilità di misure dirette della fecondità ottenute con tre differenti procedimenti: il metodo nominativo della ricostruzione delle famiglie, il metodo dei figli propri e quello della proiezione inversa. I tassi di fecondità totale ottenuti con i tre metodi sono di fatto coerenti e sovrapponibili (anche l’età media al matrimonio ottenuta con l’analisi nominativa non differisce in modo significativo da quella ottenuta su dati aggregati con il metodo di Hajnal): ne consegue il vantaggio, in sede di analisi storico-demografica, di poter confrontare fra loro, nel tempo e nello spazio, indicatori ricavati anche con procedimenti differenti.

The population of Parish of St. Lorenzo, Mortara, in XVIII Century

This study analyzes the population of one of the two most important parishes of Mortara (Lomellina, Italy), the Parish of San Lorenzo, in the period from 1721 and 1811. In particular, focus is on family structure, fertility and mortality. Analyses were conducted on both aggregate and nominal demographic data. Data were driven from the baptism, marriage, and death registers available for the given time span, as well as from the Status Animarum. In the mid 18th century, the Parish of San Lorenzo counted about 1500 souls and 340 families. The dominant family type (little less than two thirds) was the nuclear household, followed by the extended household (about 17%). Joint households were less than 6%, and one household out of ten was a one-person family unit. Nearly all women married, and they married at a young age (21.7 years, on average). On the other hand, men married on average at the age of 26, and one man out of eight did not marry. A nuclear family had, on average, 7-8 children, of which one third died within the first year of life and little less than 50% within the fifth. The average number of children per woman (married or not married) was about 5. A further aim of this study is to verify coherence of and overlap between the following direct measures of fertility: family reconstitution method; own children method; and inverse projection method. Calculation of the overall fertility rates with these three methods gave coherent and overlapping results. Furthermore, the average marriage age resulting from nominal demographic data was not significantly different from the average marriage age obtained applying Hajnal’s method of analysis to aggregate demographic data. This confirms the acceptability of direct comparison of historical-demographic indicators obtained using different analytical methods.

Keywords

Demografia storica; Mortara; diciottesimo secolo; Italia