Demographic Shocks: the View from History

Massimo Livi Bacci (Università di Firenze)

Abstract

Shocks demografici: il punto di vista della storia

Questo lavoro esamina, in una prospettiva storica, la natura delle traumatiche discontinuità nello sviluppo demografico europeo, e le loro conseguenze sia interne al sistema demografico stesso, sia sull’assetto economico e sociale. Sono così esaminati sia gli shock tradizionali, di antico regime, legati alle crisi di mortalità, sia quelli che si vanno profilando all’inizio dell’attuale secolo e legati alla bassa fecondità e all’incapacità di rimpiazzo. Riguardo a quest’ultima si rileva che lo sbilancio tra generazioni non è mai stato così forte nemmeno nei periodi di particolare debolezza demografica successivi alle guerre napoleoniche o alle due guerre mondiali, e che occorra risalire all’epoca della peste per trovare tassi di riproduttività bassi come quelli attuali.

Demographic Shocks: the View from History

This paper examines the nature of traumatic phases of discontinuity in western demographic development and their consequences on demography, economy and society. Traditional shocks, typical of ancien régime demography and tied to mortality crises are analyzed together with contemporary shocks, typical of the beginning of the new millennium, consequence of below fertility replacement. Current disequilibrium between generations is unparalleled in the past two centuries, and has not been approached during periods of demographic weakness such as those following the napoleonic wars, or the two world wars of last century. It is only during the plague, in the 14th and 15th century that replacement has fallen to levels comparable to those prevailing in large part of the western world nowadays.

Keywords

Demographic shocks; mortality crises; demographic crises