La stagionalità delle nascite di ancien régime nelle provincie italiane e in Calabria

Carmelo Crisafulli (Università di Messina), Gianpiero Dalla Zuanna (Università di Padova), Francesca Solero

Abstract

La stagionalità delle nascite di ancien régime nelle provincie italiane e in Calabria

In tempi recenti, si nota un ritorno di interesse verso la stagionalità delle nascite, per lo più con riferimento ai paesi poveri. Il contributo dei demografi storici non è invece particolarmente sviluppato, anche se i dati necessari per condurre questo tipo di studi sarebbero spesso disponibili. In questa sede descriviamo la stagionalità ancien régime delle nascite in Italia, con particolare riferimento alla Calabria tra il XVII e XX secolo. Dopo aver descritto le fonti utilizzate, studiamo innanzitutto le differenze interprovinciali di stagionalità delle nascite nel corso della seconda metà dell’800. In secondo luogo, approfondiamo la tematica per la Calabria. Per un insieme di 42 parrocchie è possibile studiare la stagionalità fra il XVII e il XIX secolo, mentre per il ’900 utilizziamo dati di fonte ufficiale per tutta la regione. Dopo aver descritto la stagionalità nel lungo periodo, osserviamo le connessioni fra stagionalità dei concepimenti e crisi di mortalità; infine, studiamo caratteristiche ed evoluzione temporale delle differenze di stagionalità fra le parrocchie. Il risultato principale è la stabilità della stagionalità delle nascite: tutto il Sud (e la Calabria fino al 1960) è caratterizzato da un pattern unimodale, con il minimo delle nascite durante l’estate. In un prossimo lavoro si cercherà di interpretare il significato di questi risultati, anche alla luce dei recenti risultati sui fondamenti biologici della stagionalità della fecondabilità.

The seasonality of births during the ancient régime in the Italian provinces and in Calabria

A revival of interest on seasonality of births can be recognised in the recent years, particularly referring to the developing countries. Moreover, the contribution of the historical demography is not particularly rich, even if data on this topic are often available. In this paper, the seasonality of births during the ancien régime in Italy is described, emphasising particularly the situation of Calabria (a Southern Italian region). After a brief description of the sources, the differences among the 65 Italian provinces during the second half of 1800 – when natural fertility was diffused everywhere – are described. In a second part, the topic is more deeply studied for Calabria. For 42 parishes widespread in the region, the seasonality of births during the period 1700-1900 can be drown, whereas for the following 80 years official data are used. After a description of the long period trends, we deal with the connections between mortality crises and seasonality and the differences among parishes. The main result is the stability of the seasonality of births in the Southern part of Italy and in our Calabrian parishes: a unimodal function, with only one minimum of births during the summer. This pattern persist until the 1960s, and only two terrible mortality crisis are able to touch it. The interpretation of these patterns and trends will be considered in a following article, starting from these descriptive results and recent results on the biological bases of seasonality of fecundability.

Keywords

Stagionalità delle nascite; antico regime; Calabria; Italia