Comportamento riproduttivo e contesto familiare in ambito rurale: ‘case-studies’ sull’Italia di pre-transizione

Marco Breschi (Università di Sassari), Matteo Manfredini (Università di Parma), Rosella Rettaroli (Università di Bologna)

Abstract

Comportamento riproduttivo e contesto familiare in ambito rurale: ‘case-studies’ sull’Italia di pretransizione

Il lavoro costituisce un primissimo tentativo per delineare un più approfondito quadro di evoluzione dei regimi di fecondità nelle popolazioni del passato. In un ambito di analisi di villaggio ancora del tutto limitato, si vuole far emergere i meccanismi che hanno guidato i processi decisionali del comportamento riproduttivo a livello individuale e familiare e il loro dinamismo nel periodo che precede l’inizio della transizione demografica. L’idea è quella di coniugare analisi micro e analisi macro lavorando su biografie individuali e familiari. Una prima parte del lavoro ricostruisce le misure analitiche e sintetiche classiche della fecondità anche in relazione ad alcune interessanti caratteristiche differenziali, quali la condizione professionale del capofamiglia, la tipologia del gruppo familiare, lo stato di coppia migrante. In una seconda parte si applicano analisi statistiche di tipo multivariato che fanno parte delle tecniche di event-history analysis in tempo discreto, arrivando alla stima dell’odds di avere un figlio nato vivo nell’anno. Entrambi gli approcci sottolineano l’importanza delle variabili biodemografiche da un lato (età al matrimonio, età della madre, intervallo tra le nascite), ma anche di variabili più strettamente legate alla situazione economica e sociale del gruppo familiare (tipologia familiare, condizione socio-professionale, stato di migrante). Molto forte risulta l’effetto sostituzione, ovvero la probabilità di avere un figlio nell’anno aumenta consistentemente, con una diminuzione dell’intervallo intergenesico, nel caso della morte del nato precedente, confermando l’importanza dell’allattamento e dello svezzamento nel distanziare le nascite.

Reproductive behaviour and family background within rural environment: ‘case-studies’ about pretransitional Italy

This work is one of the very first attempts to create a detailed evolution frame of past populations fertility system. Within a limited village analysis we aim to point out the mechanisms which lead to decisional processes in reproductive behaviour both at individual and family level together with their dynamism in the period preceding the beginning of the demographic transition. The idea lying behind the project regards the combination of micro and micro analyses by working both on individual and familiar biographies. The first part of the work aims to reconstruct analytical and synthetic measures which are peculiar of fertility also according to some interesting differential features such as head of the family’s profession, family typology, migrating couple status. The second part focuses on the multivariate statistical analyses which are part of the event-history analysis techniques in discrete time and which lead to the odds estimate of having a born alive child within the year into consideration. Both methodologies underline the importance of bio-demographic variables on one hand (marriage age, mother age, interval between births), but also variables which are more closely linked to the economic and social condition of the family (type of family, social and professional condition, migrating status). The ‘substitution effect’, which means the probability of having a child within a year, appears as being very strong but with a certain decrease in the inter-genetic interval when the death of the first child occurs, thus confirming the importance of breast-feeding, weaning and spacing out births.

Keywords

Comportamento riproduttivo; famiglia contadina; Italia; periodo pre-transizionale