The demography of isolated populations. A research note on a German-speaking community in a northern Italian valley between the 18th and 19th century

Rosella Rettaroli (Università di Bologna), Francesco Scalone (Università di Bologna), Lorenzo Del Panta (Università di Bologna)

Abstract

La demografia delle popolazioni isolate. Una nota di ricerca su una comunità di lingua tedesca in una valle del nord Italia tra il XVIII e il XIX secolo

Questo contributo si concentra sulla valle alpina del Fersina nell'Italia nord-orientale. Durante il periodo studiato, la valle era isolata da barriere linguistiche e geografiche, con la coabitazione di due gruppi linguistici separati - italiani e tedeschi. Dopo aver esplorato i principali indicatori demografici relativi all'intera valle, abbiamo considerato il regime nuziale e di fecondità della comunità di lingua tedesca, applicando la tecnica di ricostruzione delle famiglie. L’analisi ha mostrato come il livello di sopravvivenza complessivo della valle risultasse superiore al livello standard italiano nella stessa epoca. Inoltre, è stata dimostrata l’esistenza di un’età relativamente elevata al matrimonio e un basso livello di fecondità, confermando l'esistenza di un regime demografico a bassa pressione. Questi risultati preliminari possono essere inseriti nel più ampio quadro relativo ai meccanismi regolatori della crescita della popolazione, che storicamente caratterizzavano le aree montane con risorse limitate.

The demography of isolated populations. A research note on a German-speaking community in a northern Italian valley between the 18th and 19th century

This contribution focuses on the Alpine Valley of the Fersina River in North-eastern Italy. During the period under study, the valley was isolated by linguistic and geographical barriers, while two separated linguistic groups – Italian and German – cohabited. After exploring the main demographic indicators related to the entire valley, we considered the marriage and the fertility pattern of the German-speaking community, applying the family reconstitution technique. The analysis showed that the level of overall survival of the valley was higher than the Italian standard. Furthermore, relatively high age at marriage and low fertility level were demonstrated, confirming the existence of a low pressure demographic regime. These preliminary results can be placed into the wider context of the regulatory mechanisms of population growth, which has historically characterized the mountain’s areas with limited resources.

DOI: 10.4424/ps2018-10