Spatial aspects of internal migration in Italy. A longitudinal approach

Alessio Fornasin (Università di Udine), Corrado Lagazio (Università di Genova), Daniel Dan (Modul University Vienna)

Abstract

Spatial aspects of internal migration in Italy. A longitudinal approach

The paper investigates the internal migration in Italy between 1930 and 2010 in a longitudinal perspective. Risk and distances of migration of first and second order are analysed for people with age 20-49. Data are collected using an ad hoc CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing) system survey, involving around 2,000 respondents born and resident in Italy. A survival model is used for measuring risk of out-migration and OLS (Ordinary least squares) regression models for distance. The variables that emerge as most influencing the risk of migration are the subject’s place of residence and previous life-history. Migratory distance greatly depends on the migrants’ socio-economic background and reason for migrating. The main determinants of internal migration at individual level are education and having previously migrated at a younger age.

Aspetti spaziali dell’emigrazione interna in Italia. Un approccio longitudinale

L’articolo tratta l’emigrazione interna in Italia tra il 1930 e il 2010 in una prospettiva longitudinale. In particolare sono analizzati il rischio di migrare e le distanze migratorie per gli spostamenti di primo e secondo ordine delle persone delle età 20-49. I dati sono stati raccolti con l’utilizzo di una indagine ad hoc condotta con il metodo CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing), che ha coinvolto circa 2.000 persone nate e residenti in Italia. Per misurare il rischio migrare si utilizza un modello di sopravvivenza, mentre per studiare la distanza migratoria sono utilizzati dei modelli di regressione OLS (Ordinary least squares). Le variabili che emergono come più influenti sul rischio di migrazione sono il luogo di residenza del soggetto e la precedente storia di vita. La distanza migratoria dipende in gran parte dal contesto socio-economico dei migranti e dal motivo che ha causato la migrazione. Le principali determinanti, a livello individuale, delle migrazioni interne sono il livello di istruzione e il fatto di aver già effettuato una migrazione in giovane età.

DOI: 10.4424/ps2019-4

Keywords

Internal migration; Italy; Telephone surveying; Spatial analysis; Longitudinal analysis.