La famiglia contadina nella Lombardia del Cinquecento: dinamiche del lavoro e sistemi demografici

Matteo Di Tullio (Università Bocconi, Milano)

Abstract

La famiglia contadina nella Lombardia del Cinquecento: dinamiche del lavoro e sistemi demografici
Il mondo rurale lombardo del Cinquecento è caratterizzato da profondi mutamenti socioeconomici legati al diffondersi di nuovi modi di conduzione dei poderi e dalle innovazioni tecniche e agronomiche. Mutamenti che si diffondono a macchie di leopardo, sia in relazione ai diversi ambienti lombardi, sia alle specifiche realtà economiche e istituzionali della regione.
Obiettivo del saggio è analizzare le diverse forme della famiglia contadina lombarda, evidenziando la stretta relazione tra sistemi demografici e dinamiche del lavoro. A tale scopo, si analizzano dodici comunità collocate in diversi ambienti lombardi, studiando una fonte di stato: un censimento di bocche e biade redatto nell’autunno/inverno 1545-46. Ciò permette di far emergere con chiarezza la relazione tra sistemi agrari e scelte demografiche e di evidenziare le molte variabili che la determinano, tra cui, ad esempio, qualità, quantità e distribuzione delle scorte agrarie disponibili.

The peasants’ families in the Lombardy of 16th century: work’s dynamics and demographic systems
Sixteenth century rural Lombardy was characterised by deep socioeconomic changes tied to the diffusion of new ways of farm management and to technical and agronomical innovation. These changes spread in a scattered way, in relation both to the different environments and to the specific economic and institutional situation of different parts of the region.
This paper aims to investigate the varied forms assumed by the Lombard peasant families. It points out the existence of a link between demographic systems and work dynamics. For this reason, it analyses twelve communities, representative of several Lombard environments, making use of a census of bocche e biade (‘mouths and grains’) dated Fall-Winter 1545-46. This source allows to study the relationship between agrarian systems and demographic choices and to single out several relevant variables, as for example quality, quantity and distribution of the available stocks of foodstuffs and reserves.

DOI: 10.4424/ps2009-1

Keywords

Famiglia contadina; professioni agricole; mezzadria; sistemi agrari; Lombardia; prima età moderna