Introduzione: censimenti di ieri, di oggi e d’altrove

Simonetta Grilli (Università di Siena), Pier Paolo Viazzo (Università di Torino)

Abstract

Ancora di recente sono state giustamente rilevate alcune differenze che distinguono l’antropologia culturale e sociale dalla demografia, tanto sul versante epistemologico quanto su quello dei metodi e delle strategie di campionamento. Queste differenze non dovrebbero tuttavia oscurare una storia che sin dai primi anni dell’Ottocento ha conosciuto lunghi tratti di percorso comune, e ancor meno le convergenze di interesse tra le due discipline che si sono manifestate negli ultimi decenni. Gettando un rapido sguardo sulla storia delle relazioni tra antropologia e demografia, si scopre che già Malthus aveva cercato prove a sostegno delle sue teorie nei resoconti etnografici che davano notizie sulle soluzioni che abitatori di terre lontane avevano escogitato per mantenere i propri numeri in equilibrio con i mezzi di sussistenza.

DOI: 10.4424/ps2010-4

Keywords

Censimenti; antropologia storica; Malthus; politiche dell'identità; popolazioni indigene; genealogie